Le strane analisi degli editorialisti di Repubblica: Giannini, Merlo, Zucconi, Scalfari

20120526-222144.jpg
Leggere o ascoltare le analisi politiche degli editorialisti del quotidiano Repubblica provoca strane sensazioni. A che gioco stiamo giocando? Secondo Merlo (nella foto) a Parma non ha vinto Grillo ma il Centro-Destra, a parere di Scalfari non ha perso il Centro-Sinistra ma ha perso il Centro-Destra, Zucconi sostiene che Grillo attira l’esercito dei materialisti che in realtà si disperano e urlano per una vita più povera e non per questioni moralizzanti. Quello che forse ci azzecca è Massimo Giannini, quando afferma che il paese reale ha dimostrato una grande voglia di cambiamento e che i partiti tradizionali sono lontani da un tal sentire. Tutto questo spreco di lumi per dare delle spiegazioni che con un linguaggio meno forbito, ma con la stessa efficacia, offrirebbe anche mia nonna, classe 1930, con la quinta elementare.

Mentre nelle pagine di costume e culturali il quotidiano romano si offre secondo traiettorie di brillante dinamicità, le sue cronache politiche sembrano fatte a immagine e somiglianza del PD e del PDL: statiche, ottusangole, paludate, caratterizzate da una cultura rimasticata, una specie di latinorum utile a dominare la plebe isolandola dal resto del mondo e dalle sue sfide. Lo scrive anche Piero Ostellino sul giornale rivale, il Corriere della Sera (lo stesso giornalista che a fine anni ottanta sobillò la famosa polemica dei professionisti dell’antimafia contro Falcone e Borsellino), proprio oggi, «per capire qual’è la natura della crisi che sta attraversando il Paese basta sfogliare i giornali e guardare i telegiornali». Lo sappiamo caro Ostellino, anche grazie alla lettura dei suoi articoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...