Parole e pensieri su una triste decadenza

1) In un grave momento di crisi economica l’agenda politica per le prossime elezioni parla poco e niente delle misure e degli interventi da adottare per trarre in salvo l’economia. Ne parla solo il Governo, lato riduzione della spesa e trattamento fiscale, i partiti e i loro leader si arroccano su questioni da Super-Prima-Repubblica: primarie, regolamenti di partito, tessere di partito, mediazioni, ricuciture, finanziamenti ai gruppi dei Consigli degli Enti Locali, “io non mi candido per lasciare spazio agli altri”, e così via.

2) Gli scandali di Regioni e Province gridano vendetta. Mi chiedo, ma chi li ha votati questi rappresentanti? Dove eravamo quando abbiamo sostenuto con il nostro voto una pochezza dirigenziale da nazione in via di alfabetizzazione? Perché, oltre che con gli Enti Locali e i loro rappresentanti, non spariamo a zero anche contro noi stessi? Siamo cittadini- elettori senza gusto civico, senza qualità, ci basta uno slogan per persuaderci e un invito a cena da parte di un candidato alle amministrative per farci sentire importanti ed essenziali. Ai suoi piani purtroppo.

3) Dov’è la cultura? Dopo anni di berlusconismo e berluscones è come se avesse paura a uscire dal guscio, come l’intellettualità ebraica dopo la fine del Terzo Reich. Ci vorrebbe un libro in stile Hannah Arendt, come quello che scrisse sulla “Banalità del male” dopo aver ascoltato il nazista Eichmann sotto processo a Gerusalemme nel 1961. Di quale, delle tante, banalità parlare?

4) L’Istat ci dice oggi che il potere d’acquisto dei salari è sceso in un anno del 4,1%. Che ottimismo. Per fare una casa in città, contando gli interessi sul mutuo, ci vogliono almeno 180 stipendi da 1.200,00 euro. Nei primi anni ’90 ne bastavano la metà, era facile risparmiare e le centomila lire non finivano mai. Siamo agli inizi di una nuova Repubblica di Weimar?

5) Ma che bella classe dirigente! Che spettacolo! Un circo con le gabbie aperte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...