Il Corriere della Sera, con Galli Della Loggia e Arbasino, si conferma quotidiano leader del pensiero statico

20121103-201745.jpg

L’analisi politica e culturale che il Corriere della Sera mette in mano ai «grandi saggi» Galli Della Loggia e Alberto Arbasino, a dispetto della loro competenza, sa terribilmente di fritto riciclato. Il primo per anni ha moralmente avallato e contribuito a sdoganare il «personaggio politico» Berlusconi, ora constata che la società politica italiana continua ad avere complessi e timori reverenziali nei confronti dell’aristocrazia e del notabilato. Il bello è che se ne dispiace. Uno dei pochi argomenti interessanti che mi è capitato di leggere scritto dalla sua penna è quello della «morte della patria» italiana. Naturalmente l’invenzione non è sua ma di un certo Salvatore Satta nell’opera “De profundis” scritta nell’immediato dopoguerra. A Galli Della Loggia, comunque, il merito di aver rilanciato il dibattito storico-politico sulla questione.
Arbasino pietrifica il discorso letterario scrivendo articoli per addetti ai lavori o, nel migliore dei casi, per una élite dotta che sembra uscita da un incrocio tra il primo Novecento e la critica letteraria di Francesco De Sanctis. Una Terza Pagina per professori di Liceo Classico di 50 anni fa, caratterizzata dalla grande capacità di allontanare il pubblico comune da possibili «avances» culturali.
Era meglio quando il quotidiano milanese strumentalizzava Sciascia contro i magistrati antimafia, con la famosa polemica dei professionisti dell’antimafia di fine anni ’80.
Si stava meglio quando si stava peggio.

Annunci

Un pensiero su “Il Corriere della Sera, con Galli Della Loggia e Arbasino, si conferma quotidiano leader del pensiero statico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...