Consulta Rivoluzionaria Sarda: migliaia di persone davanti al palazzo della Regione

Sovranità: alimentare, fiscale, energetica, ambientale. Non si tratta di slogan ma di tematiche che realmente incidono sull’economia e sulla vita quotidiana dei sardi. La Consulta Rivoluzionaria Sarda prende corpo, prima di mezzogiorno hanno parlato Felice Floris del Movimento Pastori («Non siamo un movimento politico ma un “blocco sociale” che vuole mandare a casa l’attuale classe dirigente) e Andrea Impera del Movimento Artigiani Liberi («Continuità territoriale: siamo prigionieri della nostra Isola»).

Poco dopo mezzogiorno è il turno del leader di Irs Gavino Sale («In Sardegna si confrontano due diverse forze, quelle per lo status quo, per la sottomissione allo Stato che ci lascia in miseria e in povertà; poi ci sono le forze dell’emancipazione e quelle siamo noi»).

Per gli organizzatori e per la piazza tra i colpevoli della crisi non solo la Regione e il Governo, ma anche Equitalia, Inps, Agenzia Entrate e, naturalmente, le banche. Continua l’affluenza all’evento, 3.000 persone che arrivano da tutta l’Isola senza l’appoggio e il sostegno di organizzazioni strutturate non sono poche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...