I “saggi” vinti nell’uovo di Pasqua. Chapeau! (Si salvi chi può)

20130330-221630.jpg

Ieri e avanti ieri tutti ad interrogarsi su cosa fosse un governo di pseudo tecnici. Napolitano ha dato finalmente la sua interpretazione concreta, l’unica autenticamente vera in senso istituzionale. Honoré de Balzac era solito affermare «Gli stupidi parlano del passato, i saggi del presente, i folli del futuro», la scelta sostanziale di re Giorgio (cioè chi sono i “saggi”) sembrerebbe indicare la prima via, quella del passato. Devo rassegnarmi a una onesta verità, c’è stato un momento, nei giorni scorsi, in cui ho pensato che peggio di così non si potesse andare. Poi è arrivato Napolitano con il dream team dei “saggi” e ha stracciato ogni mia aspettativa. C’è sempre un “peggio” peggiore.

In linguaggio “grillesco” mi verrebbe da scrivere: «Napolitano ci hai trollato!». Come è possibile che al posto del governo fabbrica decreti, arrivano i “saggi” che fabbricano proposte di legge? Ciò significa, tra le altre cose, che in parlamento risiedono 1000 minushabens? E questo non è neanche il dubbio peggiore. Tra me e me penso: «Luciano Violante fra i “saggi”? Non ha fatto ancora abbastanza danni a questo paese e alla sinistra?». «Quagliariello? Direttamente poteva mettere dentro l’inqualificabile Giovanardi. Perché Quagliarello sì e Bondi no? Le sue poesie sono pura saggezza!» Andrea Scanzi scrive: «Violante e Quagliariello “saggi”. Come dar ragione a Grillo anche quando ha torto».

Ok, stop. Cerco di superare la reazione a caldo. Ricapitoliamo. Il Presidente della Repubblica annuncia la nomina dei “saggi” e li distingue in due diversi gruppi di lavoro: riforme istituzionali uno e economia e Europa l’altro . Dice anche che il Governo in carica (si quello di Monti, proprio lui) è un concreto elemento di certezza. In serata il messaggio TV del Presidente del Consiglio dimissionario e provvisorio, sempre Mario Monti, rafforza il concetto: il governo continua! Ma è un sogno o una insolita pagina di storia del diritto costituzionale italiano? Di fatto abbiamo un governo di “saggi” (e che “saggi”!) e un governo emerito. Rileggo i nomi, Violante, Quagliarello, Mauro. Mi fermo. Se questi sono “saggi”, Boccia è Jimi Hendrix. Napolitano ci ha messo così tanto tempo che forse ha controllato fossero ancora vivi. I “saggi”. Ma si è reso conto che, con questi “dieci”, ha dato ragione alla linea dura e pura “so’-figo-solo-io” di Grillo?

Quagliariello, uno dei “saggi”, ha subito detto che Dell’Utri ha dato tanto alla cultura di questo Paese. Si, quella mafiosa l’ha innestata. Ma Quagliariello è sempre quel “saggio” che quando Eluana Englaro ha trovato pace gridava “assassini” nell’aula del Senato? Sarebbe questa la roba seria di cui parlava Bersani? A me pare più roba tagliata male. Accademici della Crusca vi consiglio di mettervi al lavoro per cambiare la definizione di “saggi”. È inutile, non me faccio una ragione, non recupero la logica di una simile accozzaglia di nomi. Ma li ha trovati con ruzzle? Forse Bersani aveva torto, forse siamo a Ballaró.

Per non dimenticare, storia e mito insegnano che la Sofia, la saggezza, è femminile. Grazie Napolitano per aver escluso le donne dai “saggi”. Grazie ancora, signor Presidente, per averci ricordato che Tomasi di Lampedusa aveva proprio ragione, chi vuole cambiare tutto in realtà vuole che niente cambi. Italia Belpaese di “saggi”. Sede sapientiae! Senza donne, senza giovani, senza nuovi italiani. È un paese per vecchi.

Una volta erano politici, poi sono diventati tecnici, ora arriveranno i “saggi”. Nel prossimo upgrade saranno sciamani?

Diciamo la verità allora. Napolitano ieri ha sostanzialmente preso tempo e passato la palla al suo successore. I “nominati” sono solo dei mediatori che hanno il compito di trovare punti di contatto per un Governissimo PD + PDL + Monti. L’elenco dei “saggi” è alieno al M5S e alle sue richieste e in fondo è coerente con la volontà del Movimento di Grillo di chiamarsi fuori. Pace, la verità è questa, una soluzione di tregua, in attesa che qualche veto cada.

Sapete cosa vi dico, giorni fa Mennea, avanti ieri Iannacci, ieri il Califfo, i veri “saggi” se ne stanno andando.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...