Il cielo del Duomo di Siena

20130406-140258.jpg

Il Duomo di Siena, uno degli esempi più interessanti di cattedrale romanico-gotica italiana, continua a mettere in mostra i suoi tesori nascosti. Ricoperto alla fine di ottobre dello scorso anno il pavimento in legno intarsiato dagli antichi maestri, che a sua volta era stato svelato e mostrato per tutta l’estate scorsa, quel pavimento che il Vasari definì “il più bello, grande e magnifico che mai fusse stato fatto”, mette ora in mostra il suo “cielo”.

di Giuseppe Ortolano – www.repubblica.it

Infatti il 6 aprile aprono al pubblico alcuni locali situati nella parte superiore dell’edificio, ai quali per secoli nessuno è potuto accedere, eccetto gli operai edili che sotto la guida dei grandi architetti hanno partecipato alla costruzione della basilica. Lasciando a volte schizzi di progetti e appunti direttamente sui muri dell’edificio. La visita, in piccoli gruppi accompagnati da una guida ( possibile solo su prenotazione e fino al 27 ottobre, info: tel. 0577-286300, opasiena@operalaboratori.com ), riserva scoperte ed emozioni uniche, fino ad oggi inimmaginabili. Percorrendo le scale a chiocciola, nascoste alla vista dei fedeli, che salgono le due imponenti torri terminanti con guglie che si trovano ai lati della magnifica facciata del Duomo, si raggiungono le volte stellate della navata destra, da dove inizia l’itinerario di visita.

Una panoramica passeggiata “sopra” la cattedrale, che riserva insolite vedute sia sull’interno che sull’esterno dell’edificio. Durante la visita si arriva alle multicolori vetrate di Ulisse De Matteis con la rappresentazione degli Apostoli, dalle quali è possibile affacciarsi all’interno del Duomo, per contemplare i principali monumenti scultorei e l’interno della cupola con i santi senesi dorati che proteggono dall’alto la città. Camminando lungo il ballatoio della cupola si ammirano dall’alto l’altare maggiore e la copia della vetrata di Duccio di Buoninsegna, mentre dall’affaccio della navata sinistra si ha uno splendido panorama sull’esterno, che spazia dalla Basilica di San Domenico alla Fortezza Medicea, alla cupola della cappella di San Giovanni Battista, fino alla Montagnola senese. Il tour attraverso il “cielo” del Duomo prosegue dietro il prospetto della facciata, nel terrazzino che si affaccia su Piazza del Duomo con vista sullo Spedale di Santa Maria della Scala, e si conclude nel ballatoio della controfacciata, con veduta generale sulla navata centrale, sulle teste dei papi, degli Imperatori e dei filosofi del mondo antico.

Con questa nuova iniziativa il Duomo, prosegue nel suo impegno per stupire i visitatori, aprendo al pubblico, dopo impegnativi restauri, gioielli e angoli nascosti, fino ad oggi sconosciuti o accessibili solo agli studiosi. Un motivo in più per visitare Siena, città del Palio e gioiello del gotico che, dal 1995, fa parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Annunci

4 pensieri su “Il cielo del Duomo di Siena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...