Inizia settembre, quale eredità lascia l’estate 2013?

20130901-230845.jpg

Il solito teatro, ma che teatro! Medio Oriente esplosivo come l’Europa tra le due guerre: Siria al centro dei giochi ma con possibili conseguenze per Israele, Libano, Giordania, Iran, Arabia Saudita, Turchia e Russia. L’America si prepara, guerra del capitalismo occidentale? Terza guerra mondiale o guerra in stile Vietnam/Iraq? Si vedrà.
L’Italia non se la passa bene. Berlusconi sta per mandare a casa il Governo e i cittadini non sanno cosa scegliere: la Legge (e dunque lo Stato) o la Stabilità effimera di Governo (e quindi un pseudo equilibrio economico). Dilemma Socratico, filosofi cercasi.
Renzies (Grillo nel dare soprannomi è bravo) prepara la sua personale conquista del potere contro i gerarchi del Pd, anche se alcuni di questi vorrebbero allearsi con lui (vedi D’Alema). Il sindaco di Firenze rischia però una saturazione di immagine, la somma di onnipresenza (effettiva) e onniscienza (presunta) porta sempre a risultati negativi.
Ritorniamo ai cittadini. Il liceo classico risulta una delle scuole meno prodighe di nuove iscrizioni, la scelta di quattro uomini del mondo della cultura a Senatori a vita scatena le più demagogiche e sciagurate polemiche. Vado controcorrente, la presenza di quattro nuovi senatori che hanno prodotto effettivi vantaggi materiali e immateriali per la società nel suo complesso non può che migliorare il grado zero della (cultura) politica italiana, M5S compreso. Riceveranno lo stipendio da Senatori? Polemica patetica, il problema non è quanto costano i Senatori ma votare Senatori competenti e capaci. La politica in senso stretto costa 1 miliardo di euro, lo 0,05% del debito pubblico. Cifra irrisoria. La questione aperta è la capacità della politica di gestire la cosa pubblica e di non evolversi in una classe di faccendieri. La cultura serve proprio a questo.

La Sardegna cosa offre? Sulla scena pubblica donne candidate a Presidente della Regione. Michela Murgia senz’altro, Francesca Barracciu sfida i gerarchi sardi del Pd, Claudia Lombardo sarebbe piaciuta a tanti pidiellini i quali rischiano di dover sostenere Cappellacci se il neo sardista di centrodestra Mauro Pili non lo ostacolerà fino in fondo. Una delle due questioni interessanti della competizione elettorale regionale sarebbe proprio questa (auspicabile) sfida tra donne. L’altra riguarda l’impatto della trasversalità sardista-indipendentista. Macchie di neo-sardismo si trovano ovunque con un leggero vantaggio verso sinistra. Il PSD’AZ pone la questione in termini statutari e (quindi) costituzionali: la lingua sarda deve essere insegnata a scuola come curricolare e deve essere elemento preferenziale per le carriere nella Pubblica Amministrazione. Spot per mantenere fermo il proprio elettorato tradizionale?
Mi chiedo, questo generale fermento e fame di cose sarde porterà a una offerta politica definibile come post-sardista?

Chiudo con un fenomeno di costume credo non solo sardo. Dal 20 luglio al 30 agosto i quotidiani locali sono diventati dei veri e propri elenchi-guide. Oltre i necrologi una lista interminabile di sagre culinarie e festival culturali di vario tipo (jazz, folclore, letteratura, poesia, cinema). Come se la vita fosse possibile solo in queste 5-6 settimane. Una sublime saturazione di eventi. Viva Cortes Apertas allora, manifestazione di tre mesi rivolta a un pubblico destagionalizzante, sopratutto sardo, che con l’occasione approfondisce la conoscenza della sua Isola. Non vi potrà mai essere turismo culturale (quindi dell’interno) senza cultura diffusa della propria terra. Un sardo che ha girato il mondo e non è mai stato a Piscinas (il deserto sul mare) oppure nel Supramonte (sulla cima di nuraghe Mereu) è un finto viaggiatore, terribilmente superficiale. Tutto sommato è ancora in tempo per rimediare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...