Chi pagherà per il servizio dei traditori? Formigoni e Alfano, (finti) paradossi italiani

Quagliarello

 

I nomi del partito anti-Cavaliere li scrive Gaetano Quagliarello, i numeri li dà Formigoni, il coraggio lo mette l’ex delfino Angelino Alfano. E’ l’atto di nascita di un centrodestra post-berlusconiano? Oppure questi «traditori» (definizione di Berlusconi) faranno la fine di Fini e al prossimo giro non entreranno neanche in Parlamento? La regia della Chiesa per mezzo di Comunione e Liberazione, evidentemente, offre un supporto che all’ex leader di Alleanza Nazionale è mancato. Vedremo.

Giornata chiaro-scura, i fili della politica italiana si annodano e si sciolgono  in modo caotico per chi guarda da semplice e puro spettatore. Berlusconi sostiene l’esistenza di un piano per farlo fuori, da almeno un anno, lo dice per bocca di Sallusti. Comunione e Liberazione e Massoneria viaggiano insieme?

Chicchito, Alfano, Formigoni, sfilano in teorie interminabili i volti di chi Berlusconi lo ha sostenuto per decenni e ora lo butta dalla torre della politica per farlo rinchiudere in una torre-prigione. Se Berlusconi non li ha «convinti» secondo le solite e note modalità, con l’odore dei soldi, quale è la partita da pagare per questo tradimento e, sopratutto, chi la paga? O siamo così ingenui da pensare che dietro queste scelte si annidino motivazioni etiche?

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...