«Perché non c’è la Mafia in Sardegna»: Pino Arlacchi, Roberto Carta, Placido Cherchi…belle cose…

Non capita tutti i giorni di poter fare due chiacchiere con uomini come Pino Arlacchi (ex vice segretario generale dell’ONU) e Placido Cherchi (studioso rinomato di antropologia, filosofia e arte). Davvero un bel ricordo, una giornata che ha lasciato il segno e continua a farlo, singolare, profonda, sottile, importante. Presentammo il libro di Arlacchi «Perché non c’è la mafia in Sardegna». Parlammo di questioni sarde e anche di questioni mafiose, a un certo punto Arlacchi disse: «Ho studiato questi argomenti e molto, ma oggi ascoltando Placido Cherchi scopro cose nuove». Io, dal mio punto di vista, chiudo i lavori dicendo: «Oggi ho fatto il nano tra i giganti». Sacrosanta verità.

(Non est cosa de onni die a faeddare postu in mesu intre Pino Arlacchi (ex vitze segretàriu generale de s’ONU) e Placido Cherchi (istudiosu famadu de antropologia, filosofia e arte). Bellu ammentu custu, una die chi m’at a marcadu e sighit a lu faghere, nòdida, funguda, dìliga, manna. Presentemus su libru de Arlacchi «Perché non c’è la mafia in Sardegna». Faeddemus de cosas sardas e faeddemus finas de cosas mafiosas, a unu tzertu puntu Arlacchi neit: «Apo istudiadu custas cosas e pro meda, ma oe iscurtende a Placido Cherchi apo torradu a imparare a nou». Deo, de parte mia, tanco s’arresonada narende: «Oe m’est tocadu a faghere su nanu intre sos gigantes». Est a beru.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...