Addio a Bauman, ha raccontato l’inferno e l’utopia del mondo liquido

Image result for Zygmunt Bauman
Zygmunt Bauman

‘Zygmunt Bauman’ is now trending WorldWide, ranking 14 [17:46]. Si è spento oggi il filosofo e sociologo polacco Zygmunt Bauman, 91 anni. Pochi minuti dopo la diffusione della notizia della scomparsa il suo nome è un top trend mondiale. L’intellettualità solida, almeno con la morte, riesce a nuotare nel mondo liquido dei social network.

Nato a Poznan in Polonia nel 1925, viveva e insegnava da tempo a Leeds, in Inghilterra, noto in tutto il mondo per essere il teorico della cosiddetta società liquida. Per Bauman, infatti, il tessuto della società contemporanea, sociale e politico, era “liquido”, cioè sfuggente a ogni categorizzazione del secolo scorso e quindi inafferrabile. Questo a causa della globalizzazione, delle dinamiche consumistiche, del crollo delle ideologie che nella postmodernità hanno causato uno spaesamento dell’individuo e quindi la sua esposizione brutale alle spinte, ai cambiamenti e alle “violenze” della società contemporanea, che spesso portano a omologazioni collettive immediate e a volte inspiegabili. Fenomeni provocati spesso dalla trasformazione dell’essere umano in merce (copyright Repubblica).

I titoli dei suoi libri fanno subito sentire l’odore sgradito degli ingredienti di cui si nutre la società attuale: incertezza, frenesia, paura, esclusione. Dalla fragilità dei legami affettivi in Amore liquido alle conseguenze del global sulle persone in Dentro la globalizzazione, dalla definizione e descrizione della Modernità liquida a La società sotto assedio, sempre tirando dritto e continuando a proporre una visione d’insieme che gli dato ragione sopratutto negli ultimissimi anni: Vita liquida, Vite di scarto, Voglia di comunità, L’Europa è un’avventura, Modus vivendi. Inferno e utopia del mondo liquido.

Un crescendo di testi e approfondimenti che a partire dalla folgorante definizione della modernità liquida ha anticipato la costante e intensa crisi che  caratterizza  le società occidentali da almeno 10 anni. Bauman ha tradotto sociologicamente l’aumento della forbice tra ricchi e poveri, l’erosione della classe media, la finanza d’azzardo, il cambiamento dei media, l’avvento dei social network. Uno sguardo formidabile in grado di cogliere ogni minuzioso dettaglio del passaggio moderno-postmoderno prima (anni Quaranta, Cinquanta e Sessanta)  e della trasformazione postmoderno-società attuale dopo (dagli anni Ottanta in poi).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...