Populismo e post-verità: più siamo compiaciuti e più condividiamo. È davvero colpa di Facebook? (6)

(Sesta puntata) Come raccontato nelle precedenti tappe il business del click ha portato Internet ad abdicare al ruolo di contenitore di una informazione trasparente e libera. I vari siti hanno infatti come esigenza primaria quella di incrementare il traffico: dunque, l’importante è far girare in rete informazioni che vengano il più possibile divulgate – e dunque cliccate -, al fine di stimolare l’interesse degli inserzionisti pubblicitari e dunque di fare, alla fine, più soldi. Tutto il resto è passato in secondo piano. Continua a leggere “Populismo e post-verità: più siamo compiaciuti e più condividiamo. È davvero colpa di Facebook? (6)”

Annunci

Populismo e post-verità: più siamo compiaciuti e più condividiamo. È davvero colpa di Facebook? (5)

Risultati immagini per false notizie 500000 schede votate

(Quinta puntata) Dopo la filosofia è il turno della filologia. D’altra parte la scena non può essere lasciata solo a quel business del click che intende portare Internet ad abdicare al ruolo di contenitore di una informazione trasparente e libera.

Il lessema post-verità è esploso nella lingua italiana a seguito della Brexit e più recentemente delle elezioni americane vinte da Trump: al 22 novembre 2016, ricercando con Google sulle pagine italiane del web, si contavano oltre 30.000 risultati (tenendo conto, oltre che di post-verità, anche delle varianti post verità e postverità). Continua a leggere “Populismo e post-verità: più siamo compiaciuti e più condividiamo. È davvero colpa di Facebook? (5)”

Populismo e post-verità: più siamo compiaciuti e più condividiamo. È davvero colpa di Facebook? (4)

Risultato immagine per bufale famose

(Quarta puntata) Passiamo a una posizione filosofica di  difesa della post-verità: in fondo la verità è sempre stata effimera. Gloria Origgi (gloriaoriggi.blogspot.com), filosofa che vive a Parigi e insegna all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales, si chiede

Davvero scopriamo oggi tutto d’un colpo di essere entrati nell’era della post-verità ? E qual è stata l’era politica della verità, se posso permettermi? 

Continua a leggere “Populismo e post-verità: più siamo compiaciuti e più condividiamo. È davvero colpa di Facebook? (4)”

Addio a Tullio De Mauro. Autorevole linguista, ha accostato la capacità di visione di Michelangelo Pira a quella di Pier Paolo Pasolini

Risultati immagini per Tullio de Mauro

Linguista, docente universitario, saggista, autore del Grande dizionario italiano dell’uso e della Storia linguistica dell’Italia unita, aveva 84 anni ed è stato una delle figure più importanti della cultura italiana. Ministro della pubblica istruzione dal 2000 al 2001. Fratello di Mauro De Mauro, il giornalista de L’Ora di Palermo rapito e ucciso da Cosa Nostra il 16 settembre del 1970, il cui corpo non è mai stato ritrovato. Continua a leggere “Addio a Tullio De Mauro. Autorevole linguista, ha accostato la capacità di visione di Michelangelo Pira a quella di Pier Paolo Pasolini”