Don Chisciote de sa Màntzia in sardu – Sàbadu 21 de bennàrgiu in Casteddu (h 18:00 in s’Ex Ma.)

Annunci

S’ùnica renèssida manna de sa Giunta Pigliaru: sa polìtica linguìstica morta (de Pepe Corongiu)

Image result for Corongiu Giuseppe

*Pepe Corongiu (Laconi, 1965) pro paritzos annos, in antis cun Soru e posca cun Cappellacci, est istadu su diretore de su Servitziu Limba Sarda de sa Regione Autonoma Sardigna. At ammanniadu su mègioru de su sardu comente limba tecnica, màssimu in campu giurìdicu-amministrativu. At imprentadu meda artìculos e interventos de polìtica linguìstica, at presu su lùmine suo a progetos comente: s’Ufìtziu Limba Sarda, sa LSC (Limba Sarda Comuna), sa Ricerca Socioliguistica, s’insingiu de su sardu in iscòla in oràriu curriculare, sa formazione FILS e FOLS, sa bortadura in sardu de òperas internatzionales nòdidas e famadas, su CROS (Curretore Regionale Ortograficu Sardu), sa naschida de sa rete “bilinguismucreschet”, sos pabiros linguìsticos de sos CaMiLiSa, s’Alimus (Atlante linguìsticu multimediale). Pro Condaghes, in su 2005, at publicadu “Guvernare cun sa limba”, pro Domus de Janas in su 2006 “Pro una limba ufitziale e in su 2009 “Una limba comuna cun milli limbàgios”. Pro sa Regione Autonoma Sardegna, in su 2010, “Sa diversidade de sas limbas in Europa, Itàlia e Sardigna”. Su post chi sighit est istadu publicadu in su blog de Anthoni Muroni su 13 de nennàrgiu de su 2017. Continua a leggere “S’ùnica renèssida manna de sa Giunta Pigliaru: sa polìtica linguìstica morta (de Pepe Corongiu)”

L’unico grande successo della Giunta Pigliaru: uccidere la politica linguistica (di Pepe Corongiu)

Image result for Corongiu Giuseppe Oschiri

*Giuseppe Corongiu (Laconi, 1965) per diversi anni, prima con Soru e poi con Cappellacci, è stato direttore del Servizio Lingua Sarda della Regione Autonoma Sardegna. Si è dedicato all’ampliamento dei linguaggi tecnici del sardo, in particolare alla lingua ufficiale giuridico-amministrativa. Ha pubblicato numerosi articoli e saggi di politica linguistica, ha legato il suo nome a numerosi progetti tra i quali: s’Ufìtziu Limba Sarda, la LSC (Limba Sarda Comuna), la Ricerca Socioliguistica, l’insegnamento curricolare, la formazione FILS e FOLS, la traduzione in sardo di opere di prestigio internazionale, il CROS (Correttore Regionale Ortografico Sardo), la creazione della rete “bilinguismucreschet”, le carte linguistiche dei CaMiLiSa, l’Alimus (Atlante linguistico multimediale). Per Condaghes, nel 2005, ha pubblicato “Guvernare cun sa limba”, per Domus de Janas nel 2006 “Pro una limba ufitziale e nel 2009 “Una limba comuna cun milli limbàgios”. Per la Regione Autonoma Sardegna, nel 2010, “Sa diversidade de sas limbas in Europa, Itàlia e Sardigna”. Il post che segue è stato pubblicato sul blog di Anthoni Muroni il 13 gennaio 2017. Continua a leggere “L’unico grande successo della Giunta Pigliaru: uccidere la politica linguistica (di Pepe Corongiu)”

Sa beridade, Giulio Angioni no est istadu isceti unu antropologu

Image result for giulio angioni

Sa Treccani de Giulio Angioni narat: iscritore e antropologu italianu (Guasila 1939 – Casteddu 2017). Allievu de E. De Martino e A.M. Cirese, posca de sa laurea in Lìteras ha comintzadu sa carriera academica comente ingarrigadu de Antropologia Culturale in s’Universidade de Casteddu (1971). Sas publicatziones suas ant àpidu comente tema s’impitu culturale de su pastoriu in Sardigna: intre sos primos traballos s’ammentant Tre saggi sull’antropologia dell’età coloniale (1973) e Rapporti di produzione e cultura subalterna (1974). Paris cun s’atividade de sabiu de antropologia at contivigiadu cussa lìteraria (finas in custu casu ponende atentzione meda a sas traditziones sardas): posca de s’esordiu cun A fuoco dentro – A fogu a intru (1978), at fatu imprentare romanzos comente L’oro di Fraus (1988), Una ignota compagnia (1992), Il mare intorno (2003) e Sulla faccia della terra (2015). At bìnchidu paritzos prèmios (su primu, si Prèmiu Mondello pro Le fiamme di Toledo, romanzu de su 2006) e co-fundadore de su  Festival Lìterariu de Gavoi (paris cun M. Murgia e M. Fois), in su 2010 at publicadu  Gabbiani sul Carso e Doppio cielo.

 

Paolo Cherchi, terzo sardo a essere nominato socio dell’Accademia dei Lincei

Paolo Cherchi
Paolo Cherchi – Foto di Giovanni Carru – http://www.giovannicarru.it

Dopo l’archeologo Giovanni Lilliu e il filosofo Remo Bodei, Paolo Cherchi è il terzo studioso sardo a far parte della comunità di intellettuali nota come Accademia dei Lincei. Oschirese, 79 anni, è uno dei filologi e storici della letteratura più noti a livello internazionale, ha percorso la sua prestigiosa carriera a Chicago, la città dove ancora vive e in cui svolge il ruolo di professore emerito. L’ambito riconoscimento è arrivato lo scorso mese di novembre. Continua a leggere “Paolo Cherchi, terzo sardo a essere nominato socio dell’Accademia dei Lincei”